amministratore-condominio-2021

Webinar amministratore di condominio – Sabato 2 gennaio 2021!

27 Dicembre 2020

Purtroppo il 2020 è stato un anno molto complesso per gli amministratori di condominio.

La gestione della pandemia da Covid-19, ha rappresentato un momento di forte tensione per la categoria, che ha avuto ulteriore difficoltà nel definire i corsi di formazione e aggiornamento, obbligatori per legge.

Ma non solo, il legislatore, con una scelta a nostro avviso inopportuna, in questo periodo già così difficile ha messo in campo dei cambiamenti radicali nella realtà condominiale.

Il superbonus 110%, le assemblee on line rappresentano una rivoluzione non sempre compiutamente metabolizzata dai condomini, che ha reso ulteriormente, se fosse possibile, complessa gestione del fabbricato, anche nella propria componente emotiva.

Il superbonus ha creato forti aspettative nell’utenza, che non sempre sono compatibili con l’amministrazione di un condominio in momenti di pandemia.

Gli amministratori, non per loro colpa anello debole della catena, non sono in grado, di trovare una soluzione che contemperi sicurezza e smanie dei condomini!

Anche perché i lavori coperti d bonus fiscali non hanno scadenza immediata, ma i mass media premono molto sulla questione!

La legge 13 ottobre 2020 n. 126, entrata in vigore dallo scorso 14 ottobre ha previsto la possibilità di convocare assemblee di condominio in modalità on line.

La norma ha modificato l’articolo 66 delle Disposizioni per l’attuazione del Codice Civile che regola la convocazione delle assemblee condominiali, prevedendo la modalità di assemblea in videoconferenza, attraverso piattaforma elettronica.

Di recente il testo è stato ulteriormente modificato, riferendosi ad una generica indicazione “maggioranza dei condomini” per consentire la modalità on line nelle assemblee di condominio.

Ma a quale maggioranza si riferisce la legge? Nella gestione condominiale il termine maggioranza è improprio la validità delle deliberazioni condominiali è condizionata da quorum personali e millesimali più che da maggioranze, anzi le decisioni, come anche in tema superbonus 110%, sono prese da minoranze qualificate.

Effettivamente ci si sarebbe aspettata maggiore attenzione nella stesura della norma alle dinamiche condominiali.

Un’ultima considerazione, come accaduto in passato il nostro legislatore, riserva al condominio egli edifici un’attenzione distratta e contraddittoria dimenticando la notevole rilevanza della materia per l’economia nazionale.

Purtroppo gli amministratori di condominio subiscono e subiranno ancora le conseguenze negative della difficile interpretazione e relativa applicazione delle norme.

Per fare chiarezza e dare agli amministratori di condominio un vademecum su come districarsi tra le mille difficoltà prospettate dal nuovo anno ci affidiamo alle considerazioni dell’Avvocato Alessandro Gallucci.

Alessandro Gallucci; avvocato con specifiche e riconosciute competenze in ambito condominiale. Responsabile scientifico del portale Condominioweb. Articolista e divulgatore. Autore e coautore di numerose monografie in materia di condominio. Docente in corsi di formazione per le professioni immobiliari.

Condividi