consulta-amministratori-condominio

Il Mapi nella Consulta Nazionale delle Associazioni degli Amministratori di Condominio!

12 Agosto 2020

È stata costituita ufficialmente la Consulta Nazionale delle Associazioni degli Amministratori di Condominio composta da importanti Associazioni di Categoria che hanno deciso di unirsi per dare voce a tutti gli Amministratori di Condominio.

La formazione ufficiale della Consulta è composta da: ABICONF, AIAC, ANAMMI, ANAPI, APAC, ARAI, MAPI, FNA.

L’obiettivo della Consulta delle Associazioni degli Amministratori di Condominio ed Immobili è quello di rappresentare e tutelare la professione e gli interessi degli Amministratori di Condominio.

Salvaguardare la posizione degli Amministratori di Condominio è un dovere di tutte le Associazioni di Categoria – dichiarano i Presidenti delle Associazioni coinvolte – soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria che, purtroppo, ha contribuito a complicare notevolmente il ruolo e le attività degli Amministratori.”

Nei prossimi giorni la Consulta,  presenzierà ad eventi organizzati da varie realtà che si occupano del mondo condominiale per discutere sulle tematiche relative a questo periodo emergenziale, quindi sulle difficoltà che stanno affrontando gli Amministratori di Condominio, ed anche sulle eventuali modifiche da introdurre nell’ambito della formazione.

A tal proposito, la Consulta intende sottolineare il ruolo centrale ed imprescindibile che svolgono le Associazioni per la formazione professionale degli Amministratori di Condominio, sulla base del principio di ordine generale per il quale ogni categoria professionale ha il diritto/dovere di formare i propri iscritti.

Le Associazioni (in coerenza con la Legge 4/2013 e il DM 140/2014) garantiscono continuità nell’assistenza dell’associato e controllo sul suo operato.

La Consulta Nazionale delle Associazioni degli Amministratori di Condominio interloquirà con tutte quelle forze politiche che intendono accogliere le richieste che provengono dalla categoria degli Amministratori di Condominio, della quale, questa Consulta si fa ufficialmente portavoce e rappresentante.

A tal fine si conferma l’adesione gli emendamenti al decreto semplificazioni per promuovere:

  • la deroga all’articolo 1130, comma 10 del Codice Civile, per la proroga di sei mesi dalla cessata emergenza per le assemblee di approvazione dei bilanci consuntivi.
  • L’autorizzazione all’Amministratore all’emissione delle quote condominiali di pari importo all’ultimo preventivo o consuntivo che risulta approvato dall’assemblea.
  • La proroga di sei mesi dalla cessata emergenza delle scadenze di adeguamento incendio dei fabbricati.
  • La modifica, con aggiunta di un comma dell’articolo 66 delle disposizioni di attuazione al codice civile, la possibilità che si tengano le assemblee di condominio in modalità online per evitare possibili contenziosi.

Le richieste della Consulta sono ben conosciute dalle forze politiche, sono state già inserite poi stralciate o non votate in quasi tutti i provvedimenti che si sono susseguiti in questo triste frangente emergenziale.

In più occasioni la Consulta Nazionale si è rifiutata di partecipare ad inutili e per certi versi svianti tentativi di “tavoli di confronto” per una quanto mai improbabile riforma dell’istituto del Condominio ribadendo sempre e con forza la necessità di affrontare prima i temi emergenziali come quelli suddetti, rispetto ad ogni altra discussione di modifica legislativa.

 

 

error: I contenuti sono protetti!