gradimento-amministratore-di-condominio

Gradimento amministratore di condominio nuovo sondaggio Mapi

27 ottobre 2019

Qual è l’indice di gradimento degli amministratori di condominio riferito alla propria attività?

Si ritengono soddisfatti?

Valutano positivamente il ritorno economico del proprio impegno quotidiano?

Pensano che la prioria attività sia impegnativa e stressante?

Valutano che i propri clienti/condomini sia soddisfatti dei servizi resi?

Pensano che i propri clienti/condomini siano consapevoli delle difficoltà oggettive che l’attività di amministratore condominiale comporta?

Per rispondere a queste domande il Mapi avvierà un sondaggio on line scegliendo un campione rappresentativo tra i propri iscritti.

Purtroppo nel quadro attuale l’attività di amministratore di condominio, appare assolutamente dequalificata e vittima di un’ingiusta e quanto mai irreale generalizzazione negativa.

Gli amministratori di condominio condividono con altra categorie professionali odiosi luoghi comuni.

Nella realtà, invece, l’attività è molto complessa e carica di responsabilità; per esercitarla è indispensabile avere una competenza multidisciplinare, contabile, giuridica, tecnica e cognitivo relazionale. Inoltre è opportuno avviarsi ad una organizzazione professionale o aziendale, coadiuvata da consulenti esterni o lavoratori dipendenti, avvalersi di interfacce informatiche e telematiche, seguire i corsi di aggiornamento professionale e dotarsi opportunamente di una polizza per la responsabilità civile.

Ma i nostri clienti/condomini ne sono assolutamente inconsapevoli e rimangono arroccati su posizioni conflittuali molte volte assolutamente ingiustificate.

Sarebbe auspicabile nelle relazioni quotidiane tra amministratori e condomini cercare un clima empatico, inibendo inutili ostilità pregiudiziali ed evitando continue contestazioni ed incomprensioni, cercando di negoziare in continuazione, al fine di minimizzare i contrasti e massimizzare i risultati tesi a una gestione efficiente e produttiva, solo al fine di tutelare al meglio gli interessi dei medesimi condomini.

Pertanto per tentare di migliore il clima e renderlo più collaborativo, come primo passo ci è parso necessario conoscere e analizzare l’opinione dei nostri amministratori di condominio, che partecipando alla ricerca potranno contribuire a studiare il fenomeno e tentare di individuare un percorso diretto a migliorare la proprio situazione lavorativa.

error: I contenuti sono protetti!