prevenzione-sismica Mapi

Legge Finanziaria 2017 rafforzate le agevolazioni fiscali antisismiche

5 febbraio 2017

Con la Legge Finanziaria 2017 sono state rafforzate le agevolazioni fiscali per iniziative antisismiche.

Per le spese sostenute dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica, in particolare sulle parti strutturali, per la redazione della documentazione obbligatoria atta a comprovare la sicurezza statica del patrimonio edilizio, nonché per la realizzazione degli interventi necessari al rilascio della suddetta documentazione per gli immobili privati la detrazione fiscale sarà tra il 65% e il 75% a seconda della riduzione del rischio sismico

Qualora gli interventi citati siano realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali, le detrazioni dall’imposta  spetteranno, rispettivamente, nella misura del 75 per cento e dell’85 per cento.

Le predette detrazioni si applicheranno su un ammontare delle spese non superiore a euro 96.000 moltiplicato per il numero delle unita’ immobiliari di ciascun edificio. Per tali interventi, a decorrere dal 1º gennaio 2017, in luogo della detrazione i soggetti beneficiari potranno optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, con la facolta’ di successiva cessione del credito.

Le modalita’ di attuazione sono definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione.

A decorrere dal 1º gennaio 2017, tra le spese detraibili per la realizzazione degli interventi citati  rientreranno anche le spese effettuate per la classificazione e verifica sismica degli immobili.