Fotolia_54714136_S

Nuove indiscrezioni sul Decreto Ministeriale probabilmente salva la formazione on line

9 maggio 2014

In data odierna abbiamo appreso dalla colonne del Sole 24 Ore, che,  il Decreto Ministeriale finalizzato regolare la formazione degli #amministratori di condominio sta per avviarsi al parere dal Consiglio di Stato, dal medesimo articolo si evince, che, contrariamente a quanto ritenuto in precedenza, i corsi per amministratore potranno essere svolti anche in modalità telematica. Se così fosse, sarebbe una grande vittoria per il Mapi,che, in questi mesi di incertezza ha svolto un costante lavoro di sensibilizzazione, anche,  attraverso una costante campagna di stampa, afffinchè si arrivasse a questo risultato.  Il Mapi ha più volte rilevato gli enormi vantaggi della formazione on line tra cui l’uniformità della formazione su tutto il territorio nazionale senza alcun costo aggiuntivo. La possibilità per il corsista di essere continuamente monitorato, da figure professionali (tutor) attraverso sistemi di comunicazione telematica (mail –chat-forum), stimolando lo studio partecipativo con comunicazione e condivisione del materiale didattico tra i partecipanti ai corsi, con piena  immediatezza e con costi limitati. Una formazione calibrata sulle nuove generazioni. Vietare o limitare i corsi telematici in materia condominiale rapprsenterebbe una resa a spinte formalistiche e conservatrici, piegate ad una visione elitaria, con costi eccessivi ed inutili in termini economici e morali, che, potrebbero portare delle convenienze, ma non certo agli utenti della materia, anche considerati come consumatori di un servizio. Non ci resta che incrociare le dita!