pec amministratore di condominio

Pec e amministratore di condominio

24 febbraio 2018

La posta elettronica certificata (PEC) è un particolare sistema di posta elettronica,  che a tutti gli effetti equipara il valore legale del messaggio inviato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno garantendo al mittente sia la prova dell’invio che della consegna.

Il Decreto Legge n° 185/2008 convertito, con modificazioni, in Legge 28 gennaio 2009, n°2 articolo 16, come in seguito modificato e integrato ha obbligato alcune categorie di persone fisiche e giuridiche a dotarsi di questo sistema.

I professionisti  iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato. Le società, le ditte individuali e le pubbliche amministrazioni.

Da quanto fin qui riportato appare indubitabile che per gli amministratori di condominio, esercenti attività professionali non regolamentate, non vi sia alcun obbligo giuridico di dotarsi di una pec, tra l’altro la Legge 4/2013 non ne fa cenno.

Diversamente se l’incarico di amministratore di condominio è assunto da professionista iscritto in albi/elenchi, o da una società di persone o di capitali, in ossequio alle prescrizioni sopra indicate, l’incaricato dovrà già avere una pec.

In ogni caso, a prescindere dagli obblighi di legge, appare opportuno per ogni amministratore di condominio dotarsi di una pec. Tra l’altro in nuovo articolo sessantasei delle Disposizioni di attuazione al Codice Civile prevede espressamente, che la convocazione di assemblea condominiale possa essere inviata a mezzo pec.

Però l’uso della posta elettronica certificata non è sempre agevole, innanzitutto, l’invio ha valore legale solo se avviene tra pec, una nota di posta elettronica certificata inviata a un normale indirizzo mail non ha valore di raccomandata ar, poiché non vi è il riscontro di ricezione da parte del destinatario, e tutti sappiano che in Italia l’uso della pec tra privati cittadini è poco diffuso.

Inoltre la circostanza che fa coincidere la data di notifica del messaggio con la data d’invio da parte del mittente comporta la necessità di controllare quotidianamente la propria casella pec per non cadere in gravi omissioni professionali.

In ogni caso il Mapi già da qualche tempo ha consigliato ai suoi iscritti a prescindere dagli obblighi di legge affinché si dotino di una casella di posta elettronica certificata e ha ideato dei servizi pec riservati ai propri associati.

error: I contenuti sono protetti!