Prevenzione-incendi-amministratore-di-condominio

Prevenzione incendi e Amministratore di Condominio

16 febbraio 2019

Le tematiche sulla prevenzione incendi, anche se di notevole importanza, sono un pò tralasciate nel dibattito quotidiano dell’amministrazione condominiale.

La materia è rimasta oggetto di diverse recenti modifiche. Tra le più rilevanti il Decreto del Presidente della Repubblica n° 151 del 1° Agosto 2011,  il nuovo regolamento ha modificato il parametro di  assoggettabilità delle autorimesse ai procedimenti prevenzione incendi, che ad oggi, non è più riferito al numero di autoveicoli presenti, in passato nove, ma alla superficie espressa in metri quadri della medesima autorimessa.

Sono soggette alle disposizioni del citato Decreto, e quindi ai controlli di prevenzione incendi le autorimesse di superficie complessiva coperta superiore a 300 metri quadri.

In ogni caso per le autorimesse di superfice inferiore, non soggette ai controlli di prevenzione incendi, devono comunque attenersi, sotto la responsabilità del responsabile delle strutture, alla relativa norma tecnica di riferimento (Decreto Ministeriale 1 febbraio 1986).

Da ultimo è stato emanato un ulteriore intervento normativo. Il Decreto Ministeriale 3 Agosto 2015: “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139”.

Come da preambolo al Decreto l’intervento ha lo scopo di: “Semplificare e razionalizzare l’attuale corpo norma-tivo relativo alla prevenzione degli incendi attraverso l’introduzione di un unico testo organico e sistema-tico di disposizioni di prevenzione incendi applicabili ad attività soggette ai controlli di prevenzione in-cendi e mediante l’utilizzo di un nuovo approccio metodologico più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali“.

Recentemente è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 30 del 5 febbraio 2019) il decreto Ministero degli interni 25 gennaio 2019: “Modifiche ed integrazioni all’allegato del decreto 16 maggio 1987, n. 246 concernente norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione”.

La norma dispone modifiche al decreto 246/1987 (in particolare all’Allegato 1) ed i requisiti a cui devono rispondere le facciate dei condomini, al fine della prevenzione incendi.

Le nuove disposizioni sono applicabili sia ai fabbricati di nuova realizzazione sia ai fabbricati esistesti alla data di entrata in vigore del decreto

Il Decreto Ministeriale introduce nei condomini la pianificazione antincendio in funzione dell’altezza degli edifici. Le nuove disposizioni si applicano agli edifici di altezza antincendio pari o superiore a dodici metri.

Vista la congerie di norme che regolano la materia, tra l’altro di difficile coordinamento tra loro, si invitano gli amministratori a valutare bene compiti e responsabilità prima di avventurarsi nella gestione di beni sottoposti alle normative indicate.

A breve il Mapi organizzerà un workshop in materia di prevenzione incendi condominiale riservato agli iscritti al Movimento.

error: I contenuti sono protetti!