sicurezza-condominio

Sicurezza in condominio, responsabilità dell’amministratore committente!

14 luglio 2019

Il momento topico della gestione condominiale è la manutenzione dell’immobile amministrato che andrebbe eseguita in sicurezza. L’amministratore di condominio è indivudato quale commitente dei lavori dati in appalto.

In caso di manutenzione condominiale l’amministratore deve affrontare una serie d’implicazioni nuove e insidiose, vista, anche la rilevanza della legislazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, che, assegna alla committenza privata rilevanti responsabilità, anche di natura penale.

Il Decreto legislativo del 9 aprile 2008, n. 81, anche detto Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha notevolmente modificato e ampliato il complesso normativo a tutela dell’incolumità dei lavoratori.

Nel frattempo la norma ha dedicato un intero titolo ai cantieri temporanei o mobili, riservando una notevole quantità di adempimenti e controlli all’amministratore di condominio o al semplice committente dei lavori di manutenzione, anche se soggetto privato.

Alla luce della nuova normativa, è assai arduo per i novelli amministratori avventurarsi nella gestione di una manutenzione condominiale, senza aver prima bene approfondito la materia.

Con la sicurezza non sono ammessi errori.

Tra l’atro la legislazione in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro rassegna specifiche attribuzioni e responsabilità al committente, figura che in tema di manutenzione condominiale è impersonata dall’amministratore pro tempore.

Recentemente la giurisprudenza di legittimità è intervenuta con una sentenza che aggrava notevolmente le responsabilità dell’amministratore di condominio in materia.

La sentenza   della Corte di Cassazione Penale, Sezione 3° del 03 luglio 2019 n° 29068; la quale rigettando il ricorso dell’imputato ha confermato una Sentenza della Corte D’Appello di Palermo che aveva condannato un amministratore di condominio, committente, per il reato di omicidio colposo, il quale omettendo di attenersi ai principi e alle misure generali di tutela per consentire l’esecuzione dei lavori in condizioni di sicurezza, aveva causato la morte di un dipendente dell’impresa aggiudicataria dei lavori di rifacimento della facciata condominiale, per colpa in eligendo e in vigilando.

Pertanto, anche alla luce di quest’ultimo indirizzo si consiglia agli amministratori di condominio di affrontare le manutenzioni condominiali con specifica attenzione e competenza, al fine di non incorrere in gravi responsabilità.

error: I contenuti sono protetti!