sconto-in-fattura

Sconto in fattura breve vademecum per l’amministratore!

22 settembre 2019

Il provvedimento del Direttore dell’agenzia delle entrate del 31 Luglio 2019 ha disposto i modi di esercizio del così detto sconto in fattura in casi d’interventi soggetti al sisma bonus o eco bonus.

Il Workshop: “Ecobonus e sismabonus con sconto in fattura. Breve vademecum per l’amministratore di condominio” organizzato dal Movimento Sabato 21 Settembre a Roma ha verificato l’apprezzamento degli amministratori presenti.

Il Workshop si è avvalso della collaborazione del Dottor Marco Belfiore, revisore condominiale e tributarista.

Il provvedimento chiarisce le modalità attuative di quanto disposto dall’articolo 10, commi 1 e 2, del così detto Decreto crescita, con il quale si è consentito ai beneficiari delle detrazioni per interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico, di optare, per un identico contributo di uno sconto su quanto dovuto al fornitore che ha eseguito gli interventi.

I soggetti aventi diritto alle detrazioni spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio sismico, possono optare, in luogo dell’utilizzo diretto delle stesse, per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto,anticipato dal fornitore che ha eseguito gli interventi stessi.

L’esercizio dell’scelta dovrà essere comunicato all’Agenzia delle entrate, a pena d’inefficacia, entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese che hanno dato diritto alle detrazioni.

Per gli interventi eseguiti sulle singole unità immobiliari, la comunicazione dell’esercizio della scelta è fatta dal soggetto avente diritto alla detrazione, utilizzando le funzionalità rese disponibili nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, oppure presentando agli uffici dell’Agenzia delle entrate l’apposito modulo.

Per gli interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici, il provvedimento stabilisce che la comunicazione dell’opzione è effettuata dall’amministratore di condominio, mediante il flusso informativo utilizzato per trasmettere i dati necessari alla predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Da quanto si evince dalle diposizioni qui esaminate, sono dubbie le prerogative dell’assemblea condominiale in tema. Poiché le norme sembrano riferirsi esplicitamente ai beneficiari dell’opzione ossia i singoli condomini.

Per approfondire iscriviti al Mapi!

Al Workshop hanno partecipato attivamente gli amministratori presenti, i quali hanno collaborato ai lavori, integrando la discussione con interventi e domande, condividendo le proprie esperienze professionali e le difficoltà ad applicare concretamente la normativa.

Nei Workshop Mapi tutti i presenti collaborano al risultato finale, l’elaborazione di un metodo, che agevoli l’amministratore nello sviluppare accurate abilità nella gestione condominiale.

Nella stessa data si sono, anche tenuti gli esami del corso di aggiornamento amministratore di condominio 2018/2019 sessione di Roma, in sede hanno superato l’esame, gli amministratori; Angelo Lucaroni, Alfredo Onofri, Beatrice Croce, Claudia Farallo, Daniele D’Agostino, Fabrizio Sanitati, Fulvio Di Lisio, Giuseppe Campo, Marco Pellegrini, Matteo Cundari, Mauro Romani, Gaetano Attanasio, Sabrina Ferro, Stefania Lavore, Valentina Battiato.

Tutti gli amministratori Mapi si abilitano al corso di formazione e/o aggiornamento amministratore di condominio esclusivamente tramite esami in presenza fisica.

Agli  amministratori aggiornati, vanno i nostri migliori auguri di un gratificante successo professionale!

Tutti i nominativi indicati potranno essere visionati nel registro telematico degli amministratori di condominio!

 

20190921_151849

 

sconto-in-fattura

sconto-in-fattura

 

 

 

error: I contenuti sono protetti!